Matrix Bug

Momenti di cedimento, ieri sera a Matrix, nell’abituale baldanzosa sicumera del suo conduttore.
L’ex-mezzobusto perdeva qualche colpo davanti alla impassibile e ferma pacatezza dorotea di Riccardo Villari.

Riccardo Cuor di Leone assestava colpi nemmeno fosse l’ultimo degli Jedi benedetto dalla Forza.
Spiegava, da ultimo vero epigono della devota lealtà istituzionale democristiana, che lui è legittimamente alla presidenza della Commissione di Vigilanza della  Rai per questioni di meccanica delle istituzioni e che per farlo fuori il Palazzo dovrebbe calpestare la Costituzione.

Ricapitolando, in poco più di 3 mesi al buon Riccardo è riuscito:

  1. a farsi eleggere alla presidenza della Rai dai suoi “avversari” politici
  2. a mandare sul lettino dello psicanalista il più “Grande Partito Riformista” della storia della Repubblica
  3. a rimanere, contro il parere autorevole delle più alte cariche della Stato, alla presidenza della Commissione di Vigilanza

Se riuscisse anche a far emanare la prima legge costituzionale ad personam (per farlo fuori) , riuscirebbe in quello che l’attuale Premier tenta di fare da 15 anni ma ancora senza successo.

Effettivamente,  uno così efficiente ed abilmente eversivo cosa c’azzecca con il PD?

Il video

Emilio Fidel

Annunci


Nero… su bianco: gli Stati Uniti scelgono Obama

Barack Obama

Dopo mesi di plebiscito mediatico, gli americani hanno espresso il loro voto. Ed è proprio il caso di dirlo, l’hanno messo nero su bianco.

Barack Obama è il 44° presidente degli Stati Uniti d’America.

Stracciato il rivale repubblicano del quale rispettiamo la scelta di restare anonimo.

Puntuali e copiose arrivano le congratulazioni della comunità politica internazionale.

In Italia, mentre il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi si complimenta e rivela:

“In pochi lo sanno, ma anch’io da bambino ero un simpatico negretto”,

l’Ombra del Premier, Walter Veltroni, sorpreso dai microfoni nei pressi di un Solarium, dichiara:

“Passavo di qui per caso…”.

emilio fidel